Come funziona OutSystems.

OutSystems è un sistema di sviluppo di applicativi rapido che si basa sul low code. Un metodo di programmazione drag and drop, formato da componenti grafici e widgets già pronti, a disposizione nella piattaforma. Un sistema differente, con un approccio visuale che tocca tutti gli ambiti della programmazione, siano essi la parte di costruzione prodotto, design, o aspetti sistemici. Il risparmio di tempo nella creazione di apps e soluzioni digitali è probabilmente ciò che più rende il Low Coding appetibile, in quanto rende la costruzione più gestibile in minor tempo, che può essere dedicato al business e al risk management. Questo è un vantaggio specialmente per quelle aziende che sono già densamente strutturate, e che soffrono la concorrenza di contendenti dalla struttura più agile e pronta ai cambiamenti. Al giorno d’oggi, dove tutto, specie nel campo tecnologico, si muove con tanta rapidità, è necessario creare prodotti che possano avere un ciclo di vita più lungo. 

La piattaforma, molto intuitiva, è divisa in quattro sezioni: 

Processi:

Sono implementati i processi di batch, timers, in parte sono automazioni degli stessi.

UI:

La visualizzazione degli elementi grafici e dei componenti che compongono l’interfaccia.

Data:

Dove viene integrato il database dell’applicativo costruito.

Logic data:

tutta la parte di calcolo, il mondo dietro a ogni singolo widget.

Il processo è molto intuitivo. Sviluppatori junior/senior e designer potranno facilmente costruire user interface professionali. La modalità alternativa è il building by coding, semplice, ma meno immediata rispetto alla facilità con cui si gestisce la modalità WYSIWYG. 

Se lo sviluppatore necessitasse di assistenza durante lo sviluppo del progetto, OutSystems mette a disposizione un forum dove trovare tutte le risposte. La piattaforma offre anche una vasta serie di corsi gratuiti per chi volesse migliorare le proprie skills. Si parte da quelli più basici e gratuiti, fino ad arrivare a quelli di livello più avanzato a pagamento.

Perché scegliere OutSystems?

 

Flessibile e semplice.

La natura low programming di OutSystems lo rende particolarmente flessibile e di facile utilizzo. I blocchi preformati sono intuitivi da utilizzare e contribuiscono a creare app e pagine con curva di apprendimento minima. Il sistema drag and drop riduce di moltissimo i tempi di costruzione delle app, e riduce il gap tra lo sviluppo software tradizionale e i moderni DevOps.

 

Forge, l’officina di componenti.

Forge, lo store dove la community sviluppa e condivide componenti riutilizzabili, moduli e connettori. Questi si aggiungono ai componenti ufficiali creati dalla OutSystems con relativa facilità, e può essere integrato facilmente con SAP e Google Drive.

La piattaforma permette di creare componenti frontend e backend. Implementazione sia di app che di API, che possono essere utilizzate da altre app.

 

Pubblicazione Progetto

Anche la pubblicazione di una nuova app, viene resa più semplice tramite la creazione di PK. Sono file che includono le caratteristiche dell’applicativo, che possono essere caricati facilmente nello store. La pubblicazione di una nuova versione tramite la console di OutSystems avviene in automatico, senza passare per il PK. Lo sviluppatore non deve creare nuovamente il file, ma pubblica attraverso un solo comando. OutSystems autogenera il file. Lo stesso codice può infatti produrre per esempio le versioni Android e iOS native dello stesso progetto. Questo cambia anche il concetto dell’update, in quanto l’applicativo non viene scaricato dallo store, ma avviene un aggiornamento automatico interno all’applicativo. Essendo le app create in linguaggio nativo, sono portabili in ogni ambiente.

 

Concepito per gestire importanti progetti Enterprise.

Strategicamente, il nostro team certificato OutSystems ci permette di affrontare con un nuovo approccio tecnologico più snello, progetti enterprise complessi. I sistemi tradizionali non permetterebbero una gestione tanto semplice. È adatto specialmente a progetti B2B in cui il valore del dato è preponderante. La maggiore connettività garantita dal low code permette una gestione migliorata dei processi, con un conseguente risparmio sul mantenimento delle strutture e gli investimenti. Permette anche l’integrazione con protocolli standard del settore, implementazione API e strumenti aziendali di terze parti come SAP e Salesforce. Anche la velocità nella gestione dei processi di feedback è aumentata, e così è possibile un calcolo del ROI (return of investment) più accurato.

 

Capacità di riciclare le strutture precedenti.

Il Low-code può funzionare con il codice già sviluppato in precedenza da un team IT, quindi gli investimenti precedenti non vanno sprecati. L’architettura avanzata della piattaforma può ottenere vantaggi dai microservizi e containers, rendendo il processo flessibile e scalabile senza influire sulle prestazioni o scendere a compromessi in materia di governance e trasparenza.

L’importanza delle certificazioni.

Ottenere le certificazioni è fondamentale per poter formare sviluppatori in grado di assicurare capacità operative e output di qualità sui progetti. Abbiamo costituito un team certificato per seguire operativamente progetti Enterprise end to end con OutSystems.

Vlad, uno dei nostri developer Senior, è soddisfatto di aver ottunetuto le certificazioni OutSystems. La prima, ottenuta circa quattro anni fa, come Traditional Associate.

“Con un po’ di impegno, i corsi basici si possono affrontare in una settimana”. “Tutti i corsi sono ben strutturati e molto chiari”.

La teoria è ben spiegata, e si ha a disposizione una buona dose d’esercizi per fissare i contenuti. Al momento di scegliere i corsi da seguire, in particolare, è facile trovare percorsi di apprendimento molto flessibili, anche se credo che alcuni corsi siano più importanti di altri (web development, architecture specialist).

Vlad ha al momento diverse certificazioni di livello intermedio, come Associate Reactive, Traditional Web Dev, e Mobile Dev.

 “La prima certificazione l’ho presa indipendentemente mentre lavoravo in una precedente azienda”. “A posteriori, sono soddisfatto perchè mi ha aperto un mondo. La sua struttura permette di analizzare meglio il lavoro in dettaglio, ottimizzando il tempo di programmazione”.

“Ho deciso di continuare la mia formazione perché necessario ottenere le certificazioni mirate alla crescita come sviluppatore professionale per entrare nel programma associate di Outsystems. Senza questi certificati, non avremmo potuto presentarci a molti progetti d’interesse. In effetti ci ha aperto una fetta di mercato interessante. Al momento mi sto preparando per ottenere la certificazione come Dev Ops Engineer e di Tech Lead”.